Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Web’ Category

Programmi on-lineOrmai è certo: nel giro di cinque anni l’80% delle operazioni  al computer non si farà con i software installati sul pc di casa, ma attraverso il cloud computing, una “nuvola” di applicazioni e programmi resi disponibili direttamente su Internet.

Un sistema aperto in cui a collaborare saranno utenti e gestori: potere della tecnologia.

Read Full Post »

Che la tecnologia si preparasse ad invadere anche il mondo editoriale lo sappiamo da un pezzo. Diverso è averne la prova sotto mano. Devono avere pensato così gli operatori della Associazione Italiana Editori (Aie) riuniti all’Editefch 2009 di Milano: da una parte il caro vecchio libro, qualche centinaia di pagine, il profumo dell’inchiostro impresso sulle pagine nuove; dall’altra una bianca scatolina rettangolare, lo schermo digitale non illuminato e la possibilità di contenere migliaia di storie, di titoli, di volumi (con l’aggiunta di dizionari e la possibilità di dare un’occhiata alle prime pagine di alcuni quotidiani). E’ Kindle di Amazon, l’e-reader più noto per ora disponibile solamente negli Usa, ma che anche nel vecchio continente fa parlare di sè.

Certo i vantaggi ci sono e non si possono ignorare: la possibilità di conservare tanti libri in un solo piccolo involucro ha il suo fascino. Però c’è qualcosa che a Kindle manca e che buona parte del pubblico che ha affollato anche quest’anno la Fiera del Libro di Torino conosce bene: la curiosità di afferrare un libro, entrare in contatto con la copertina e restare lì, sospeso per pochi istanti, in attesa di scoprire che cosa ti riserveranno quelle pagine. Timidamente sollevi la copertina, oltrepassi la prima pagina e vai direttamente alle righe iniziali della storia: il fruscio croccante della carta ti accompagna mentre lentamente ispezioni la trama passando rapidamente da pagina tre alla trentotto; il profumo severo della stampa nuova si sente pronto a scomparire, tra poco non lo sentirai più.

Con l’e-Book forse tutto questo non succede. 

Read Full Post »

Tradimento via smsPrima era il caro e fidato investigatore a svolgere il “lavoro sporco”: un dubbio, una traccia, scatta il pedinamento. Ed ecco il fedifrago (o la fedifraga) scoperto con le mani nel sacco: o meglio, addosso all’amante.

Ora per chi vuole tradire la battaglia si fa più dura: è un utente su quattro, secondo un sondaggio australiano, a scoprire l’infedeltà del proprio partner attraverso un semplice sms. Come dire: attenti a ciò che mandate e soprattutto a chi lo mandate. Il 20% degli intervistati (un campione di 1200 persone) infatti ha dichiarato di avere inviato erroneamente a qualcun’altro un sms destinato a fidanzati o amanti.

Un discorso a parte lo merita poi chi (uno su tre, sempre secondo i dati del suddetto sondaggio) invia un sms per informare gli altri di eventi importanti come le nascite oppure per organizzare fidanzamenti e matrimoni. Che il mito del “cell” abbia invariabilmente fatto tramontare quello del sensale?

Read Full Post »

Una sala cinematografica tutta digitale? A Castelletto Ticino, in provincia di Novara, è un sogno che diventa realtà.

Arriva il cinema digitale

Si chiamerà The Cube e permetterà agli spettatori godere le loro visioni cinematografiche in modo assolutamente perfetto: niente difetti visivi nè disturbi audio dunque.

Ogni operazione sarà controllata in remoto dal Centro Operativo Digima senza la presenza di un operatore.

Read Full Post »

Contra el terrorismo mediático. Publica en exclusiva las reflexiones de Fidel Castro y artículos de opinión.

Recita così il gruppo Cubadebate, nato su Facebook con un chiaro obiettivo: combattere il terrorismo mediatico sul terreno virtuale. In che modo? Pubblicando le riflessioni di Fidel Castro.Cubadebate

Ma non è il solo sito:  Cubadebate ha invaso il web, da Facebook a MySpace (dove si legge fra l’altro “Medio de información alternativa que promueve el debate y alerta sobre campañas de difamación contra Cuba. Publica noticias y ofrece un tratamiento objetivo de los hechos. Muestra los intereses que el poder global oculta para mantener sus privilegios”), da YouTube a Twitter, da Flickr a Picasa.

Ed in effetti fa un po’ sorridere (ma con amarezza): niente Internet a Cuba, ma Cuba va sul web.

Read Full Post »

La dieta via mailPrepararsi alla temuta “prova costume” via mail. Da oggi si può.

Grazie ad Alive, un programma finanziato dai Centers for Diseases Control statunitensi e sviluppato da Nutrition Quest, i consigli dietetici arrivano via web.

“Meno grassi e carboidrati”, “Più frutta e verdura”, “Più esercizio fisico”: sono queste le aree di intervento previste e a cui si sono sottoposti 787 impiegati dai 19 ai 65 anni di un’azienda di Oakland, in California. E i risultati parlano chiaro: ad attivarsi maggiormente sono stati i più pigri.

Che si sia scoperto il segreto per essere in forma senza troppi drammi?

Read Full Post »

MySpace segna il passo. E’ Facebook il nuovo re dei social network. Il primato è già sancito. Ma c’è di più: il secondo posto di MySpace è minacciato da Twitter, gli utenti trascorrono sempre meno tempo su MySpace, la pubblicità sembra indirizzata verso Fb e l’ex scoperta di News Corporation è costretta a licenziare il 30% dei suoi dipendenti.MySpace

Per MySpace si preannunciano tempi bui: il sito in effetti piace sempre meno, forse anche a causa di una grafica che ormai appare drasticamente sorpassata. Poco interattiva, poco all’avanguardia, molto stagnante: è questa l’immagine di MySpace paragonata alle meraviglie di Fb e fratelli.

Read Full Post »

Older Posts »