Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘myspace’

Contra el terrorismo mediático. Publica en exclusiva las reflexiones de Fidel Castro y artículos de opinión.

Recita così il gruppo Cubadebate, nato su Facebook con un chiaro obiettivo: combattere il terrorismo mediatico sul terreno virtuale. In che modo? Pubblicando le riflessioni di Fidel Castro.Cubadebate

Ma non è il solo sito:  Cubadebate ha invaso il web, da Facebook a MySpace (dove si legge fra l’altro “Medio de información alternativa que promueve el debate y alerta sobre campañas de difamación contra Cuba. Publica noticias y ofrece un tratamiento objetivo de los hechos. Muestra los intereses que el poder global oculta para mantener sus privilegios”), da YouTube a Twitter, da Flickr a Picasa.

Ed in effetti fa un po’ sorridere (ma con amarezza): niente Internet a Cuba, ma Cuba va sul web.

Annunci

Read Full Post »

MySpace segna il passo. E’ Facebook il nuovo re dei social network. Il primato è già sancito. Ma c’è di più: il secondo posto di MySpace è minacciato da Twitter, gli utenti trascorrono sempre meno tempo su MySpace, la pubblicità sembra indirizzata verso Fb e l’ex scoperta di News Corporation è costretta a licenziare il 30% dei suoi dipendenti.MySpace

Per MySpace si preannunciano tempi bui: il sito in effetti piace sempre meno, forse anche a causa di una grafica che ormai appare drasticamente sorpassata. Poco interattiva, poco all’avanguardia, molto stagnante: è questa l’immagine di MySpace paragonata alle meraviglie di Fb e fratelli.

Read Full Post »

Social network al contrario. Come dire: se con Facebook mantieni i contatti con i tuoi amici e ne conosci pure di nuovi, con Hatebook puoi far sapere loro quanto li odi; da una parte diventi fan, dall’altra diventi hater.

E’ la nuova frontiera del web: utilizzare i social network per socializzare al contrario. Diffondere pettegolezzi, insultare liberamente e persino costruire inimicizie. Come? E’ semplice: basta fare un giro ed iscriversi a Hatebook, Snubster, I fucking hate you (che in effetti sembra la versione parodiata di MySpace almeno per quanto riguarda la grafica), Introvertster o Isolatr (in cui lo scopo è avere meno amici possibile).  L’odio è servito: la socialità si declina al negativo, sotto la protezione dell’anonimato.

E non manca neppure il “nemico” di Facebook che opera pure dentro il social network: è un’applicazione, Enemybook, che qualsiasi utente di Fb può scaricare per comunicare il proprio odio ai nemici e diventare persino amico dei nemici dei nemici.

Read Full Post »